Accedi

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

domenica 19 febbraio 2012

San Valentino: heart cutout cupcakes!

E' da molto tempo che non posto qualche dolcezza, e per farmi perdonare ecco alcuni piccoli cupcakes alla crema di amarene (una versione all'italiana del frosting americano)...
L'idea l'ho rubata alla creativa Glory di Glorious Treats , la sua bravura e perfezione mi colpiscono sempre e visto la semplicità dell'esecuzione, mi son cimentata anche in questo periodo in cui la mia professione mi assorbe ogni minuto, obbligandomi a rinunciare alla mia passione...
Spero di recuperare quanto prima visto che ho in mente qualche piccolo esperimento....;-)


Per realizzarli è semplicissimo appunto: basta preparare dei muffin con la ricetta al cacao che più vi piace e farcirli con una crema alle amarene siroppate (tipo Fabbri). Io ho utilizzato una ricetta del frosting italianizzato così:

120 g di mascarpone
65 g burro ammorbidito
80 g zucchero a velo
40 g di amarene sciroppate frullate nel loro sciroppo
50 g di panna da montare fresca









Montare prima il mascarpone con il burro e poi aggiungere sempre montando lo zucchero, la panna e per ultime le amarene frullate .
Per montare i cupcake tagliare le cupolette con un coltello affilato. Tagliare la parte centrale con un piccol cutter a forma di cuore e tenere da parte i cuoricini come decorazione del piatto di servizio. Spolverare con zucchero a velo i coperchietti dei cupcake così tagliati. Spalmare uno strato di crema alle amarene sul cupacake, aumentando la quantità al centro e posizionare il coperchietto sul dolcetto, con una leggera pressione, in modo che la crema riempia bene la cavità a forma di cuore...
Ecco fatto

venerdì 21 ottobre 2011

CAKE DESIGN AWARD a BRESCIA!!!



Eccomi, lo so sono colpevole di aver trascurato totalmente il blog, negli ultimi mesi!! Ma sono assente giustificata, dalla ripresa frenetica del mio lavoro (eh sì ne ho uno che non riguarda la pasta di zucchero!) e da alcuni eventi di cui vi parlerò tra poco..
Credo sappiate tutti che in Italia ci sono state 3 manifestazioni abbastanza rilevanti che riguardano il CAKE DESIGN, che sta spopolando sulla nostra penisola e non (non volevo dire che io l'avevo predetto già 3 anni fa!) e che si sono susseguite in questi mesi:
-il Cake Design Festival di Milano a maggio, al quale sono stata in visita e dove ho incontrato le mie corrispondenti online, contagiate dalla stessa passione;
-lo Zucchero in Testa, che si è svolto a Brescia (nella mia città) a fine settembre nella splendida cornice dell'Hotel Vittoria;
-il Cake Show di Bologna, recentemente conclusosi sull'onda delle numerosissime critiche e polemiche (anch'io ci sono stata e devo dire che erano pure giustificate!).

Ma ciò su cui voglio dilungarmi è il CAKE DESIGN AWARD, cioè la competizione dal vivo, organizzata nell'ambito dello "Zucchero in testa", secondo evento del 2011, voluto dalle belle ed efficienti Alessandra Franchi e Roberta Pasolini, ed alla quale ho partecipato come concorrente, ...
Ecco il Salone delle Rose dell'Hotel Vittoria, appunto, (la cui costruzione, per chi non è della mia città, risale al Trentennio ed ha bellissimi arredi perfettamente conservati degli anni '30 e '40, e prende il nome dalla Piazza completamente costruita in quegli anni dal Regime, nel centro della città antica), durante gli ultimi ritocchi prima dell'inizio della competizione...

I meravigliosi lampadari d'epoca, in perfetta salute:


Il salone dall'ingresso, il mio tavolo è il primo a destra:


Il Salone verso l'ingresso, qui il mio tavolo è il primo a sinistra:



Vabbè volevo tenervi sulle spine, ma ve lo dico subito: non ho vinto..sigh, ma... l'importante non era partecipare? Vabbè, lasciamo perdere!
La verità è che avevo escluso fino all'ultimo di potervi partecipare, visto la mole di lavoro che mi stava assorbendo 10 ore al giorno, ma Alessandra, gentilissima come sempre, mi ha voluto ugualmente coinvolgere, facendo leva sul mio amor proprio ("ti ho già preparato il tavolo: devi venire!!ahaha")..
Come rifiutare? Sta di fatto che non avevo pensato niente di originale per il tema obbligatorio, l'autunno, e la mia testa oltre che stanca, era una vera e propria zucca vuota  (??).

Passiamo alla descrizione minuto per minuto delle lavorazioni, ma soprattutto degli intoppi! ;-))
Il venerdì mi son fatta fare un cilindro molto alto di polistirolo (la gara era solo sulla decorazione), pensando che l'avrei sfruttato in qualche modo per fare il solito tronco (che fantasia, eh?).
Per discostarmi un po' da un tema che poteva essere già stato scelto dalle altre, sabato ho pensato di realizzare delle fatine (chiaramente, non le avevo mai fatte prima..., trooppo facile!), e studiando un po' nel web, ho inziato a fare delle testine, una grande e 3 piccole...
Per quelle avevo lo stampo fmm da circa 3 anni, mai usato.
Devo dire che è risulta utile per avere una proporzione giusta della testa, nel caso di ripetizioni, ma, per ottenere un effetto soddisfacente, bisogna sempre ritoccare i visi, le espressioni e i connotati a mano, anche per adattare il viso al personaggio che si sta realizzando (lo stampo può servire sia per maschi, femmine, adulti, bambini)...
In ogni caso, il regolamento diceva che si poteva arrivare con il 50% delle decorazioni fatte, ma io purtroppo ho avuto tempo solo per le testine (non sono proprio velocissime!), e non le ho neanche dipinte tutte!
Inoltre la torta avrebbe dovuto essere alta almeno 20 cm con la decorazione (edibile) a tema autunnale.
Per la competizione avevamo 7 ore consecutive, di cui 1 di pausa per il pranzo.

Ho iniziato procedendo a colorare la pdz, fornita dallo sponsor Modecor, e a tagliare e lavorare, a mano le diverse foglie, in modo che avessero il tempo di asciugare nelle ore successive. Non avevo alcun tipo di stampo, nè cutter, nè venatore, perciò il lavoro a mano è stato piuttosto lungo: ho fatto grandi e medie foglie di quercia, platano, ecc..Mi sono aiutata solo con alcune fotografie di foglie autunnali.
Forse ho sottovalutato che per le figure ci vogliono diverse ore per farle bene...
Le braccia e le gambe le ho fatte con la pdz che ci hanno fornito, che pur essendo perfetta come copertura, era troppo molle per modellare, non teneva affatto la forma, come invece la mia, neanche a sdraiare gli arti sul piano di lavoro..Una piccola tragedia che si evince dai piedi della grande che si sono crepati, nel misero tenttivo di riposizionarli continuamente...

Morale mi sono trovata un po' in difficoltà con il tempo, dato i fattori non previsti, che mi hanno impedito di procedere e terminare in anticipo come avrei voluto, oltre che per valutare bene la composizione, per ultimare le fatine..(ne avevo preparate 3, ma senza vestitino...)..
Vabbè alla fine sono riuscita, con una vera corsa da patema a modellare il polistirolo, ricoprire la torta e terminare la decorazione, anche grazie alle organizzatrici, che mi hanno supportato avvertendomi del conto alla rovescia..!!
Comunque è stata una bellissima esperienza, un po' stancante, perchè tra noi concorrenti si è instaurato un ottimo clima di collaborazione (grazie alle mie 2 simpatiche accompagnatrici per il pranzo;-)) e, cosa ancora più sorprendente, il pubblico che si aggirava per i saloni, ha sostato incuriosito per ore presso i nostri tavoli di lavoro, facendo il tifo, e addirittura partecipando alla nostra ansia da prestazione, in modo molto affettuoso e costruttivo...!!

Mi è dispiaciuto non vincere, in questo caso, proprio per il premio: si vinceva un corso di 2 giorni presso la prestigiosa scuola inglese Squires Kitchen, i cui corsi sono il mio chiodo fisso da ben 3 anni... !!
Vabbè sarà per la prossima occasione! ;-)
La vincitrice, invece, alla quale vanno tutti i miei auguri per una carriera sfolgorante in questo settore, è una ragazza in gamba con un marito molto premuroso e simpatico: ha lavorato benissimo, molto organizzata seguendo una tabella di marcia impeccabile! Complimenti!! E un po' di sana invidia per il viaggio che sta intraprendendo...;-)

Ecco qui le foto dei dettagli della mia torta, a voi il responso (aveva anche le ali trasparenti, ma sono cadute e le hanno perse):




 Le foglie tagliate e venate a mano:


Una delle 3 minifatine : l'unica che sono riuscita ad ultimare: in realtà doveva volare e essere posizionata in modo diverso...

lunedì 25 aprile 2011

BUONA PASQUA!

Buona Pasqua miei cari bloggers e blogger fans!
Ho replicato la mia passata esperienza e per mancanze di tempo ho optato per questi segnaposto, che forse, avrete già visto ;-)) , ma che si sono rivelati d'effetto e di "rapida" realizzazione...
Ho "ricamato" le iniziali di ghiaccia reale dei miei commensali della tavola pasquale, anche se la ghiaccia troppo dura, non ne voleva sapere di uscire dal beccuccio n.1....Perciò i tratti tremolanti..



Uffa non ne combino mai una giusta, complice la fretta e la stanchezza....

TORTA SPIDERMAN

Ecco qui ancora una volta la torta personaggio, più amato dai bambini: l'uomoragno! Mi è toccato rifarlo, e quindi sono partita dalle varie ispirazioni dal web per approdare all'estro della bravissima Beatrice.




Volevo variare, ma non avevo molto tempo; inoltre mi piaceva moto la versione con spiderman nero che si trova ormai ovunque, ma essendo per il compleanno di un bimbo di 5 anni, ho creduto che i colori della tradizione, vivaci e allegri, fossero più adatti...

giovedì 10 febbraio 2011

E' nata Beatrice!


Come non pensare di realizzare questi biscotti decorati in onore di una bambina così tanto attesa e desiderata, e sfoggiare finalmente i miei cutter casalinghi?
 Mi sono cimentata praticamente per la prima volta nel realizzare una decorazione degna di questo nome..E mi sono molto divertita! L'ispirazione l'ho presa da un utente di Flickr: Cakencookiebakr, un'autodidatta come me...;-)
I biscotti sono semplice frolla aromatizzata all'arancia, spennellati di marmellata all'arancia, ricoperti di pasta di zucchero e decorati con ghiaccia reale e confettini argento..Tutto realizzato da me (escluso i confettini ;-))
 





lunedì 7 febbraio 2011

Che bello usare gli stencil!

Ecco qui il mio primo esperimento con gli stencil appositamente studiati per entrare in contatto con gli alimenti.. Una mia gentilissima amica me li ha portati dagli USA e così ho vuluto provarli semplicemente sul top di una tortina ricoperta di pasta di zucchero bianca...
Ho utilizzato ghiaccia reale e pearl dust di colore ramato, anche se dalla foto non si percepisce assolutamente...
Il risultato è stato molto soddisfacente e mi è anche sembrato facile usarlo. Se non fosse accaduto che subito dopo mi è sfuggito di mano il foglietto di stencil precipitando sulla torta, facendo un po' di danno e sparginedo il dust in giro sulla torta!
Insomma giudicate voi, la prossima volta farò sicuramente meglio...Ahahaha

martedì 18 gennaio 2011

CONCORSO DI CAKE DECORATING MILANO


Eccomi qui, ho iniziato a esplorare il mondo della Cake Decoration in Facebook ed ho scoperto che c'è una vera e propria popolazione "sommersa" in Italia di decoratori e decoratrici, a riprova che questa arte inizialmente conosciuta solo all'estero ( e in particolare è iniziata nei paesi anglosassoni) si sta diffondendo sempre più nel nostro paese...
A questo proposito ho voluto partecipare al concorso di Cake Decorating indetto da Silovoglio ( wedding planner) con una delle mie torte: la borsa di Gucci per la nonna viaggiatrice!!
Spero che chi passerà di qui sarà così gentile da volermi regalare un suo voto, nel caso da dare ENTRO IL 25 GENNAIO!...Nel qual caso lo ringrazio fin d'ora per la cortesia e la buona volontà.
Apprendo, sempre da FB, che l'esito di questo primo concorso sarà determinato SOLO dai voti in FB, mentre al prossimo, per fortuna, aggiungo, ci sarà anche una giuria tecnica..
In attesa dell'esito, vi dò le istruzioni per votarmi: occorre cliccare Mipiace sul profilo Silovoglio e Mipiace sulla mia foto, nell'album CorcorsoFotografico2...
Mi raccomando ENTRO IL 25 GENNAIO!
Grazie a tutti comunque!!
Che dire? Vinca il m...ehm cioè il più cliccato!!
La foto della mia torta