Si è verificato un errore nel gadget

Cerca nel blog

martedì 12 ottobre 2010

Prepariamoci per Halloween

Ho provato a fare un passo passo, per la realizzazione di una torta che mi è piaciuta molto, e che ho fatto l'anno scorso. Prende spunto da un annuario Wilton di qualche anno fa.
Le fotografie sono di pessima qualità, perchè fatte con il cellulare di sera, ma spero possano comunque essere di aiuto a qualcuno.
La realizzazione è un po' complessa, soprattutto perchè necessita di varie fasi e intervalli da pianificare con un po' di anticipo.

Ecco la torta finale...ehm cosa avevo detto delle foto?? ;-))





Cominciamo! 

Premetto che, un anno fa, era la mia prima volta con la ghiaccia reale, e ancora non avevo capito come domarla. Inoltre il fatto di utilizzare molti colori contemporaneamente mi ha messo un po' in difficoltà, considerando che la ghiaccia tende ad asciugare molto velocemente ...

ATTREZZATURA::

Teglie da cm 15, 20, 25 per le tre torte sovrapposte.
Cutter per biscotti a forma di bambino di cm 8/9 circa
Tic Tac alla menta: circa 25.
Oltre alla solita attrezzatura, cartoncini tondi come base per le varie torte, bastoncini in legno di sostegno, ecc

INIZIARE ALMENO 4 GIORNI IN ANTICIPO (io ho iniziato una settimana prima, non si sa mai!)
      (Seguono fotografie addirittura peggiori: allora non potevo sospettare che sarebbero servite ad un così alto scopo!! ;-))

  1. FINESTRE DI GHIACCIA LIQUIDA (ovvero TECNICA DELL'ICING FLOW): utilizzando i disegni stampati in un A4 come base sotto la carta da forno, ho realizzato le finestre con la ghiaccia , resa più liquida con poche gocce di acqua in più, nei vari colori.

RICETTA DELLA GHIACCIA REALE:
300 g di zucchero a velo
circa 25 gr di albume di uovo pastorizzato
qualche goccia di succo di limone q.b.

Procedimento: versare circa 200 g di zucchero a velo setacciato nel robot, aggiungere l'albume e montare per qualche minuto. Aggiungere il succo di limone e continuare a montare. Aggiungere gradatamente il rimanente zucchero fino a quando la ghiaccia assume l'aspetto di dentifricio (cioè sollevando il cucchiaio rimane in posizione il picchio come fosse solido): la ghiaccia reale è pronta!

Le istruzioni americane parlano di beccucci in acciaio del numero 2 e 3, ma io ho sempre usato le sacche in carta da forno fatte da me tagliate in punta..
I colori che servono sono il grigio, il blu e il viola, il giallo e il bianco e il nero. Io non ho usato il blu, ma solo il viola: ero già abbastanza presa da questa tecnica che provavo per la prima volta. 

Ecco i DISEGNI scaricati direttamente dal sito Wilton.com, che in questa sede ringrazio.
Queste sono le 5 finestre, io ne ho utilizzate 4 rispetto al progetto originale, ma le ho fatte tutte e 5 in previsione di rotture accidentali (v. oltre!)
Seguono le sagome del mantello del vampiro da fare in pasta di zucchero rossa e del supporto per far stare in posizione verticale i personaggi e la prima finestra in basso.  
I supporti si possono fare sia in pasta biscotto, sia in pasta di zucchero da far seccare prima di utilizzarli.

Con il grigio occorre fare il contorno delle finestre e lasciare asciugare minimo 15 minuti (se avete tempo anche qualche ora).



    Con il bianco e il giallo procedere con le nuvole e la luna rigorosamente piena!!


    Poi riempire gli spazi bianchi con il viola. Attendere ancora una quindicina di minuti e procedere con il nero, in sovrapposizione rispetto alla finestra completa che si sta seccando, tracciando SOLO il tronco e i rami principali degli arbusti. Subito con uno stuzzicadenti "disegnare" i rametti dell'arbusto riprendendo la ghiaccia nera ancora fresca, tirandola verso l'esterno.
    Come potete vedere il buco della sacca questa volta era un po' troppo largo: se ne avete la pazienza sarebbe meglio utilizzare un beccuccio piccolo come il 2.


    Ecco le finestre secche dopo un paio di giorni, in cui sono state lasciate all'aria, al riparo dalla polvere. 
    Non cercate di staccarle anzitempo, infatti non ne avete necessità fino almeno dopo 3 giorni e il mio consiglio è di lasciarle il più possibile.
    Ricordate che per togliere la carta da forno il metodo ideale è ribaltare la finestra e sollevare delicatamente la carta fino a toglierla completamente.

     

    Da questo momento sappiate che le finestre sono molto fragili, più del vetro e basta un colpetto all'interno della scatola che le contiene per frantumarle...Non ci credete? Guardate qui:

    Ora avete capito perchè è meglio tenerne a disposizione una in più!
    In ogni caso non tutto è perduto, perchè, volendo, è possibile aggiustare la rottura con qualche goccia di ghiaccia nella spaccatura e un po' di più nel retro sempre in corrispondenza della crepa. 
    Tenere in pressione qualche minuto e poi lasciare asciugare almeno un giorno. 
    Funziona e se usate la ghiaccia dello stesso colore non si nota affatto.
    Una volta perfettamente asciutte si possono maneggiare con cautela e si può procedere ad attaccare i relativi supporti. 
    Per le prime 3 finestre in alto della torta il supporto sarà uno stecchino da spiedini. 
    Va fissato sul retro della finestra con abbondante ghiaccia, facendo sporgere lo stecchino inferiormente dalla parte della punta, di circa cm 5. 
    Alla quarta finestra invece, poichè appoggerà sul piano del vassoio della torta, si fisserà sempre con la ghiaccia il supporto trapezoidale in pasta di zucchero (precedentemente fatto seccare), posizionato a 90° rispetto alla finestra, perfettamente allineato al suo bordo inferiore. 
    Fare seccare bene prima di maneggiare (almeno 24 ore).
    Ecco la fotografia anche se la realizzazione non è molto accurata..ehehe (ero proprio alle prime armi ..)



       2.    ALMENO 1 GIORNO IN ANTICIPO: REALIZZARE 5 CANDELABRI 

     Utilizzare pasta di zucchero (pdz) grigia e 25 confetti alla menta bianchi (Tic Tac).
    Con la pasta di zucchero stesa piuttosto sottile, realizzare 7/8 dischetti, utilizzando il retro di un beccuccio di acciaio come cutter (diam. circa 2,5 cm). Ne serviranno solo 5, uno per ogni candelabro, ma non si sa mai. Mettere da parte ad asciugare.
    Come supporto dei candelabri, utilizzare 5 stuzzicadenti rivestiti di pdz grigia centralmente per circa cm 3 e infilzati in 5 palline di circa 1 cm di diam, come base. Rimarrà scoperta sia la parte superiore sia quella inferiore dello stuzzicadenti. Infilare i dischetti realizzati negli stuzzicadenti in modo che rimanga il foro, poi toglierli e procedere.
    Nel frattempo utilizzare un supporto in polistirolo dove infilare gli stuzzicadenti rivestiti, per farli seccare.


    Per fare i supporti delle candele, modellare 5 cilindretti di pdz lunghi circa 1 cm e di 5 mm circa di diametro. Premere sulla sommita di ogni cilindretto con il ball tool piccolo, in modo che rimanga la sede per la candela-confetto. Mettere da parte.
    Modellare 6 palline per ogni candelabro di circa 6 mm. Attaccarne due con albume o acqua, una sopra l'altra nel centro dei dischetti di 2,5 cm, e posizionare le altre 4 intorno, in modo regolare. Incollare i 5 cilindretti nelle rispettive posizioni. Fare asciugare.
    Attaccare i 5 confettini tic tac per ogni candelabro, ognuno sopra il cilindretto di sostegno. Fare seccare.
    Con la ghiaccia gialla e la punta a stella piccola, realizzare le piccolissime fiamme sulla cima di ogni candelina.
    Seguono alcune foto che mi sono rimaste sulle varie fasi:
     

     

     

     Una volta asciugato perfettamente tutto, si può montare le piattaforme circolari con le candele, sugli stuzzicandenti rivestiti di pdz.

    3. UN GIORNO IN ANTICIPO:REALIZZARE I BISCOTTI/PERSONAGGIO

     Fare i biscotti, con la propria ricetta preferita: l'importante è che non vi sia troppo burro, in quanto non devono deformarsi. Io ne ho approfittato per fare qualche anteprima natalizia...;-))


    Con il cutter Gingerbread Boy (bimbo di pandizenzero) tagliare 6 personaggi (qualcuno in più per sicurezza) e 4 sagome trapezoidali di sostegno, utilizzando il modello qui sopra e cuocerle.

    Ecco i biscotti che ho realizzato: il vampiro, la strega, il fantasma, Frankestein, il lupo mannaro e la mummia.



    Una volta raffreddati i biscotti, si può procedere alla decorazione, dopo averli posati su carta da forno.
    I colori utilizzati sono molti, perciò è opportuno utilizzare un colore alla volta, attendere che si sia asciugato e procedere con gli altri. Nel frattempo tenere le punte delle sacche coperte da scottex inumidito per evitare che si secchi la ghiaccia in punta.
    Indicazioni generali: per tutte le campiture uniformi, riempire di ghiaccia e poi lisciare con il dito inumidito o con una spatolina. Per i contorni utilizzare il beccuccio 3, mentre per i dettagli facciali il 2.


     

    Per il vampiro occorre attaccare il mantello rosso con la ghiaccia nella parte posteriore del biscotto e ridisegnarne il contorno con la ghiaccia nera. Per il fiocco ho modellato un pezzetto di pdz rossa.
    Per la strega e per il fantasma riempire lo spazio tra le gambe di ghiaccia per creare il vestito.
    Per la prima realizzare la scopa fissando uno stecchino, tagliato alla giusta misura, alla "mano" e realizzare le dita verdi con ghiaccia utilizzando il beccuccio 3. Per tenere in posizione aiutarsi con un pezzo di cartoncino sotto lo stecchino, per tenerlo sollevato mentre secca. Una volta asciugato, realizzare la scopa con la ghiaccia arancio e il beccuccio 3, lo stesso per i capelli, mentre la fascia viola si realizza con il beccuccio 44.
    Lo stesso 44 viene usato per il cappello e il nastro viola. E anche per le bende della mummia (nel mio caso la ghiaccia era un po' troppo liquida, perciò le bende sono oversize!!).
    Per il lupo mannaro, con il beccuccio 3 e la ghiaccia marrone realizzare la parte "pelosa" e con il beccuccio 2 e il nero, fare 3 o 4 "unghie" in corrispondenza delle zampe.

    Ecco l'errore che ho commesso: la fronte di Frankestein (che in effetti non gli somiglia neanche un po'), avrebbe dovuto essere molto più alta, e questo si ottiene alzando in alto la testa solo con la ghiaccia nera, cioè fuori dal biscotto. Una volta secca ricoprirla ancora di ghiaccia in modo che raggiunga il livello del biscotto e procedere con il viso e la fronte. In questo modo ne risulta una fronte alta come tutta la testa di biscotto.
    Invece io, avendo disegnato fronte e capelli sul biscotto, ho ottenuto una fronte molto più bassa.
    In effetti se si fa asciugare molto bene la ghiaccia, anche la parte senza il supporto del biscotto, cioè solo di ghiaccia, regge benissimo.
    Lasciare asciugare tutto una notte intera. Una volta asciutti, procedere fissando i supporti dietro i personaggi: solo per la strega e per il vampiro, attaccare lo stecchino come per le finestre, in quanto andranno infilati nella torta. Agli altri 4 personaggi si attaccherà il supporto trapeziodale (alcuni li ho realizzati in pdz, per comodità).




    TO BE CONTINUED....







    5 commenti:

    1. La torta è davvero meravigliosa, ma le foto del "passo-passo" dove sono?
      E' uno scherzetto di Halloween?
      Complimenti comunque per la torta, davvero bella, soprattutto i mostriciattoli!

      RispondiElimina
    2. OOps, grazie Bietolin@, non ho ancora avuto il tempo di completare il post e..mi è scappato il tasto pubblica...Riuscito lo scherzetto?

      RispondiElimina
    3. complimenti maria!i tuoi passo passo sono sempre molto utili!ti seguo sempre ma da poco ho il profilo di google...se hai voglia fatti1 giro da me.
      ciao p

      RispondiElimina
    4. Che lavoro! mi aggiungo ai tuoi sostenitori così non perderò le tue prossime creazioni! Se ti va passa a trovarmi su dolcesalatopepato.blogspot.com bciii

      RispondiElimina
    5. Grazie mille, Erika! Pensa che non è ancora finito!!! Sono motlo contenta che tu sia tra le mie fan...Lo farò di sicuro un giretto!!

      RispondiElimina